Twitter spinge gli annunci per gli editori a sfidare Facebook, Google a diventare giganti della pubblicità programmata


L'origine dell'articolo. . . BusinessInsider

Autore... Lauren Johnson

Compilation... Kristen


L'attività pubblicitaria di Twitter ha preso una nuova piega, con Twitter che ha recentemente inserito annunci nei tweet dell'editore e ha pianificato di spingere gli annunci orientati ai programmi alle pagine degli editori attraverso un software automatizzato.


Twitter sta attualmente testando la tecnologia in alcuni editori e pagine di blog, che in genere inseriscono tweet in pagine o app. Un portavoce di Twitter ha detto che voleva aiutare gli editori a fare soldi mentre ottenere nuovi profitti da fuori della piattaforma Twitter.


A maggio, Twitter ha lanciato una pagina di accesso per gli annunci Timeline di Twitter per aiutare i publisher a incassare nuovi modi e il progetto sta ora lavorando con diversi punti vendita in cui gli editori possono inserire Timeline o diversi tweet inseriti nell'annuncio nella pagina del sito.


Il sito Street ha aperto la strada a nuove funzionalità, come un tweet dal vivo dall'host Jim Cramer all'estremità destra del sito della strada. Martedì, gli annunci display del brand Discover sono apparsi tra i tweet e gli utenti possono fare clic sull'annuncio per passare al sito ufficiale del brand.


Twitter dice che i clienti di Timeline Ads includono publisher di tutte le dimensioni. Alcuni anni fa, Twitter Timelines era onnipresente su molti siti web. Mentre gli editori web si concentrano sempre più sul traffico sulle piattaforme social, Twitter Timelines si sta riducendo, con solo notizie locali e intermedi a usare questa funzione. In particolare, Dopo che Twitter ha annunciato la sua nuova attività pubblicitaria, Advance Local si è unita all'ingresso dei test di Twitter.


Diventa un gigante della pubblicità programmata


Facebook e Google sono giganti del mercato pubblicitario programmato, ma i siti di trasformazione di Twitter e gli annunci automatici out-of-app stanno acquistando più lentamente. Twitter ha acquistato la società di tecnologia pubblicitaria MoPub per 350 milioni di dollari nel 2013 per aiutare gli editori APP mobili a gestire gli spazi pubblicitari senza concentrarsi sulla pubblicità desktop.


Dopo che la nuova funzione è stata introdotta, Twitter ha detto che gli annunci sarebbero stati inseriti tra il primo, il secondo, il settimo, l'ottavo e il 13esimo e il 14tweet nei primi 20 tweet in Timeline. Il punteggio di realizzazione degli annunci è per Twitter e gli editori.


Twitter ha collaborato con le aziende di tecnologia pubblicitaria per inviare annunci in Timelines, e gli addetti ai lavori del settore hanno ipotizzato che Twitter abbia inserito Tweet sponsorizzati in Timeline, il che potrebbe aiutare Twitter a collaborare con gli inserzionisti al di fuori dell'app e del sito.


OpenX ha collaborato con una serie di piattaforme sul lato della domanda come RocketFuel per vendere spazi pubblicitari e si è unita alla nuova attività di Twitter.


"Continueremo a lavorare con gli editori per aiutarli a realizzare contenuti in tempo reale dentro e fuori la piattaforma Twitter," ha detto un portavoce di Twitter, aggiungendo che stiamo lavorando con OpenX per trovare nuovi canali di domanda e non vediamo l'ora di una migliore crescita del nostro business.


Stare lontano da annunci spazzatura


Twitter incoraggia i publisher a utilizzare ads.txt, ads.txt, un programma del settore pubblicitario digitale pubblicato da IAB che impedisce ai fornitori di tecnologie non autorizzate di vendere annunci sui siti web dei publisher.


Mentre Twitter sta considerando una versione a pagamento di Tweetdeck, la maggior parte delle sue entrate proviene dalla pubblicità e la metà delle entrate di Twitter proviene dai video.


Gli annunci push di Twitter per il web potrebbero diventare un nuovo canale di entrate per alimentare la sua attività pubblicitaria programmata.


 ● 

Questo articolo è presentato da Morketing OriginaleRilascio

Richiedere la ristampa lasciare un messaggio alla fine del testo