Annunci tecnologici sul Super Bowl: l'assurdità di Amazon, il calore di Google, il più classico o quello di mela