La nuova politica pubblicitaria di Google probabilmente non sarà più aperta a dSP di terze parti che acquistano annunci YouTube da DoubleClick Exchange

(Ristampato.) RTBChina recensione: Per le aziende a livello di piattaforma, quando "chiuso" è vantaggioso per l'esperienza utente, la qualità del prodotto, i benefici economici delle tre opzioni, la storia di procedurale "aperta" è finita. ]


Secondo Business Insider e il Wall Street Journal, Google emetterà una nuova offerta pubblicitaria che potrebbe non consentire più ai DSP di terze parti di acquistare annunci YouTube sulla piattaforma DoubleClick Ad Exchange, secondo Business Insider e il Wall Street Journal, secondo Business Insider e il Wall Street Journal.


In base alle nuove norme, gli inserzionisti devono contattare direttamente il reparto vendite di YouTube o utilizzare la piattaforma DSP di Google, DoubleClick Bid Manager o Google AdWords, per acquistare annunci.


Google dice che sta investendo di più per creare gli annunci YouTube migliori e più efficaci e la migliore esperienza di acquisto di annunci possibile.


Secondo il Wall Street Journal, solo circa il 5% degli annunci di YouTube sono scambiati tramite DoubleClick Exchange. Ma alcuni nel mondo della tecnologia pubblicitaria e gli acquirenti di annunci hanno espresso preoccupazione per l'annuncio di Google. Alcuni sostengono che vendere annunci YouTube solo attraverso la propria piattaforma è ingiusto, perché spingerebbe altri fornitori di tecnologia pubblicitaria fuori dal mercato, e che vietare agli inserzionisti di utilizzare la tecnologia di altre società potrebbe aiutare Google ottenere più dati sull'efficacia dei suoi annunci.


L'industria ha già espresso preoccupazioni circa le barriere di Google. L'anno scorso, Digiday ha riferito che Google ha richiesto agli inserzionisti di acquistare impressioni sulla piattaforma DoubleClick Ad Exchange tramite The DoubleClick Bid Manager. Un portavoce di Google ha negato la segnalazione a Business Insider in quel momento, ma non si può negare che gli addetti ai lavori del settore erano interessati.


A gennaio, Google ha vietato ad alcune piattaforme di gestione dei dati di terze parti di analizzare i dati su Google Display Network, tagliando le fonti chiave di dati da alcuni marketer.


Ciaran O'Kane, amministratore delegato e fondatore di ExchangeWire, una società di ricerca e editoria di servizi di ricerca sul commercio di tecnologie pubblicitarie, ritiene che la mossa di Google abbia ulteriormente rafforzato il modello a porte aperte. "Questo suggerisce che Google intende chiudere la sua offerta d'ora in poi, il che indubbiamente solcherà preoccupazioni diffuse stoicinofe negli Stati Uniti e in Europa, che continueranno a indagare sulla competitività di Google nei media digitali e nella tecnologia pubblicitaria", ha detto. "


TubeMogul, una delle aziende di tecnologia pubblicitaria che si basa interamente sulla pubblicità di YouTube, è scesa del 3% dopo l'annuncio.


Brett Wilson, amministratore delegato di TubeMogul, ha dichiarato: "Google vuole servire un sacco di persone, tra cui utenti, investitori e inserzionisti, ma chiaramente non è nell'interesse degli inserzionisti. "


Ari Paparo, amministratore delegato e fondatore di Beeswax, una start-up di tecnologia pubblicitaria, pensa che la mossa sarà controproducente per Google. "Non credo che il blocco delle esigenze di approvvigionamento programmate abbia il potenziale per incrementare le vendite di annunci di YouTube o CPM, e ci sarà più domanda al di fuori della piattaforma Google di quanto non ci sia al di fuori della piattaforma", ha detto. Penso che la cosa più importante che YouTube dovrebbe fare è adattarsi alla domanda di mercato per l'approvvigionamento di media programmato. "


Danny Hopwood, vice presidente di soluzioni e piattaforme regionali eMEA presso Yangshi Ritchie, ha detto a BusinessInsider che Google ha scelto di utilizzare il modello di annuncio "TrueView" saltato come un modo per disattivare DSP di terze parti tramite DoubleClick Non c'è da stupirsi perché AdExchange ha acquistato annunci YouTube.


Gli annunci TrueView sono più costosi di altri annunci di YouTube, ma questo ha qualcosa a che fare con una migliore performance di tali annunci e i consumatori sono più disposti ad accettarli. Google vuole ripulire i suoi annunci di qualità relativamente bassa dalla piattaforma YouTube perché gli inserzionisti sono così preoccupati per le frodi pubblicitarie, la visibilità degli annunci e la qualità degli annunci.


Da un punto di vista a lungo termine e macro, Jonathan Beeston, consulente pubblicitario digitale ed ex responsabile dell'innovazione dei nuovi prodotti nella regione EMEA di Adobe, sottolinea che l'ultima mossa di Google potrebbe essere un esempio mascherato di quanto sia diventato complesso l'intero mercato delle tecnologie pubblicitarie. Forse l'industria della tecnologia pubblicitaria dovrebbe riflettere su se stessa e ricominciare da capo.


"La pubblicità procedurale significa che è un modo aperto per acquistare e vendere media, ma non è aperto ora e non è mai stato aperto prima", ha detto Bisten a BusinessInsider. Poiché le persone continuano a cercare di controllarlo, sia gli editori che gli inserzionisti, lo rende un sistema molto complesso. Non so chi ne tragga beneficio. "


La mossa di Google sembra illustrare questo punto. Infatti, molti dei fornitori di pubblicità digitale di maggior successo stanno monetizzando i propri spazi pubblicitari originali, piuttosto che dare alle aziende di tecnologia pubblicitaria di terze parti l'opportunità di condividere le loro entrate. Questo è vero per AdWords di Google, NewsFeed di Facebook, Twitter e anche gli annunci nativi di Buzzfeed.


"Penso che a lungo termine, sia un segno che l'intero sistema si stia sgretolando", ha continuato Hesten. E 'troppo complicato, se avete intenzione di regolarlo aumentando il limite di prezzo minimo o controllo di visibilità, in realtà sta iniziando a rompere. Forse dobbiamo ricominciare da capo. "

Via: Ristampa compilazione (Tencent Technology, Lin Jingdong)